anziani con cellulare

Anziani

In questa sezione del portale si trovano gli interventi e i progetti rivolti alle persone anziane che sono protagonisti attivi della società, anche se non più in età lavorativa, che seguono le attività di prevenzione, volte a migliorare la qualità della vita o che necessitano di interventi di sostegno e supporto per le loro condizioni socio-sanitarie.

Con riferimento ,poi, alla definizione del termine “anziano” riteniamo di poter sposare la posizione della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (SIGG) che in occasione del suo 63° Congresso Nazionale), tenutosi a Roma alla fine del Novembre 2018, ha proposto di aggiornare il concetto di anzianità, portando a 75 anni l’età ideale per definire una persona come anziana.

Viene quindi alzata l’asticella dell’età ad una soglia adattata alle attuali aspettative nei paesi con sviluppo avanzato. I dati demografici dicono che in Italia l’aspettativa di vita è aumentata di circa 20 anni rispetto alla prima decade del 1900. Non solo, larga parte della popolazione tra i 60 e i 75 anni è in ottima forma e priva di malattie per l’effetto ritardato dello sviluppo di malattie e dell’età di morte.

La vera terza età inizia a 75 anni, ormai e in Italia l’aspettativa di vita è una delle più alte: significa che viviamo bene, e che da noi è ancora più probabile che altrove arrivare a 75 anni in buona salute.

L’obiettivo è quindi quello di informare sulle misure regionali, nazionali ed europee volte a curare tutti gli aspetti dell’invecchiamento, ma puntare anche sull’invecchiamento attivo e sulla prevenzione. Occorre promuovere una nuova cultura nella nostra società, inserendo la salute nell’educazione obbligatoria dei giovani con argomenti che riguardano soprattutto la prevenzione che deve iniziare nei primi anni di vita e per tutta la vita.

Contenuti correlati

Amministrazione di sostegno – Amministratore di sostegno – AdS (LR N. 24/2018)

L’Amministrazione di Sostegno è un istituto introdotto nel nostro ordinamento dalla L 6/2004 che affianca gli istituti dell’interdizione e dell’inabilitazione e mira a conservare, per quanto possibile, la capacità di agire del beneficiario. L’Amminitratore di Sostegno (AdS) è colui che assume responsabilità tutoriali.

Finanziamenti dei piani personalizzati per interventi socio-assistenziali – L. 162 del 21.05.1998

Finanziamenti per piani personalizzati a favore delle persone con grave disabilità – Legge 162/98.

Ritornare a casa

È una linea d’intervento che ha come beneficiari persone non autosufficienti con disabilità gravi e certificate finalizzata a favorire la loro permanenza a domicilio.

Disabilità gravissime

E’ una linea d’intervento che ha come beneficiari persone non autosufficienti con disabilità gravissime finalizzata a favorire la loro permanenza a domicilio.

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ‘Istituto dei Ciechi della Sardegna di Maurizio Falqui’ (L.R. n. 23/2005, art. 44)

L’Azienda è una ex IPAB e rappresenta il punto di riferimento regionale per le attività a sostegno delle persone non vedenti e ipovedenti e di supporto alle loro famiglie.

Ambiti dei Piani Locali Unitari dei Servizi – PLUS (L.R. n. 23/2005, art. 15)

Sono i 25 ambiti territoriali di programmazione dei servizi sociali e sanitari e coincidono, salvo qualche eccezione, con i distretti sanitari.

Finanziamenti straordinari ai comuni per la cura e la protezione di minori e anziani

L’art. 25bis della L.R. 23/2005 disciplina gli interventi messi in atto a favore di minori e anziani a seguito di circostanze che mettono a repentaglio la loro sicurezza e la loro vita.

Strutture sociali e socio-sanitarie (L.R. n. 23/2005, art. 38)

Le strutture sociali e socio-sanitarie sono comunità di diversa tipologia a seconda dell’utenza che ospitano (minori, anziani, disabili).