Giustizia minorile

Programmi annuali di intervento finanziati per le comunità di accoglienza di giovani adulti e adulti in regime di residenzialità.

Continua la lettura

 

I finanziamenti sono erogati a sostegno dei Servizi Minorili della Giustizia, la cui utenza è prevalentemente autoctona e di genere maschile. I destinatari della misura sono quindi minori e giovani adulti (sottoposti a procedimento penale o a rischio di devianza) che hanno difficoltà ad inserirsi nella vita sociale, ad appropriarsi di ruoli attivi e ad intraprendere percorsi di autonomia. A favore di questi soggetti si promuovono diverse tipologie di azioni:

  • Percorsi di “riorientamento” per minori e giovani adulti precocemente usciti dai percorsi di istruzione, formativi/ lavorativi;
  • Progetti formativi flessibili;
  • Progetti di accompagnamento educativo e formativo e di pratica lavorativa sostenuti da “borse lavoro”;
  • Progetti educativi che consentano la costruzione di un impegno personale atto a soddisfare tendenze espressive o esaudire esigenze formative;
  • Progetti per la costruzione e la gestione del tempo libero atti a intercettare interessi e sviluppare risorse anche potenziali, attraverso lo sport, laboratori per la promozione e lo sviluppo della creatività, scoperta del mondo della natura, laboratori di scrittura, musica, fotografia e video.

 

I progetti sono individualizzati, elaborati in modo condiviso e prevedono lo svolgimento di attività utili a valorizzare le risorse personali e a favorire funzionali processi di responsabilizzazione e crescita personale, sociale e relazionale, aiutando i ragazzi a riprendere un percorso all’interno delle norme e nel rispetto di se stessi e degli altri.  Altro importante obiettivo delle azioni promosse dai Servizi Minorili è quello di favorire il superamento o l’attenuazione del livello di disagio e sofferenza causato alle vittime, attraverso la creazione/ricostruzione di legami sociali inesistenti/interrotti mediante la mediazione penale e la giustizia riparativa.

 

 

I servizi minorili che si occupano di realizzare gli interventi e perseguire gli obiettivi descritti sono così distribuiti sul territorio:

Distretto di Corte d’Appello di Cagliari

  • Istituto Penale per i Minorenni – Quartucciu (CA)
  • Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni – Cagliari e sezione di recapito a Iglesias
  • Centro di Prima Accoglienza – Quartucciu (CA)

 

Distretto di Corte d’Appello di Sassari

  • Ufficio di Servizio Sociale per i Minorenni – Sassari e sezione distaccata a Nuoro e Olbia
  • Centro di Prima Accoglienza – Sassari
  • Centro Diurno Polifunzionale – Sassari

 

Con i fondi messi a disposizione dalla Regione Autonoma della Sardegna è stato possibile garantire diversi progetti all’interno dell’IPM di Quartucciu e per i ragazzi in messa alla prova, nonché assicurare gli interventi di mediazione penale e giustizia riparativa.

In particolare, nell’ambito dei finanziamenti previsti nelle annualità finanziarie dal 2013 al 2017 sono stati realizzati 27 progetti. Tramite un finanziamento apposito, la regione Sardegna ha inoltre garantito interventi di mediazione penale che hanno offerto spazi di ascolto, orientamento e sostegno alle vittime e favorito, laddove possibile, un incontro con l’autore di reato, per addivenire a una maggiore responsabilizzazione dei minori/giovani adulti coinvolti nel procedimento penale e per concordare insieme alle vittime forme, anche simboliche, di riparazione sociale.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30 Settembre, 2019