Corso per consulenti e valutatori Family Audit

Lo scambio di esperienze maturate nella promozione di buone prassi in materia di politiche per la famiglia tra la Regione Autonoma della Sardegna e la Provincia Autonoma di Trento, ha dato luogo ad un Protocollo d’intesa e alla stipula di una convenzione contenente un Progetto esecutivo. Il Progetto prevede la realizzazione di attività relative alla …

Continua la lettura

Data:
06 Febbraio, 2020

Lo scambio di esperienze maturate nella promozione di buone prassi in materia di politiche per la famiglia tra la Regione Autonoma della Sardegna e la Provincia Autonoma di Trento, ha dato luogo ad un Protocollo d’intesa e alla stipula di una convenzione contenente un Progetto esecutivo.

Il Progetto prevede la realizzazione di attività relative alla promozione e alla diffusione di politiche “family friendly” e all’attuazione, tra gli altri, di interventi inerenti all’adozione di nuovi strumenti di gestione delle politiche familiari, la promozione e il miglioramento delle politiche di conciliazione tra vita familiare e vita lavorativa.

Per dare attuazione al Progetto, la Direzione delle Politiche sociali, con Determinazione n. 9/215 del 10.01.2020, ha approvato l’Avviso di selezione ”Corso per consulenti e valutatori Family Audit – Percorso executive per la gestione del processo di certificazione aziendale Family Audit della Regione Autonoma della Sardegna” che prevede un numero di partecipanti limitato ad un massimo di 25.

Il Corso si propone di formare due specifiche figure: il consulente, che accompagna l’organizzazione nella realizzazione del processo Family Audit e il valutatore, che ha il compito di verificare se l’organizzazione ha attuato il processo Family Audit secondo le disposizioni delle Linee guida della certificazione Family Audit.

L’Avviso, pubblicato sul sito della Regione Autonoma della Sardegna, riporta il collegamento al sito di tsm (Trentino School Of Management) per l’effettuazione della pre-iscrizione online.

Le domande di pre-iscrizione dovranno essere presentate entro il 90esimo giorno dalla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale regionale (BURAS).

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

06 Febbraio, 2020