Disabilità e non autosufficienza

La Regione Sardegna ha avviato dal 2007 diversi interventi in materia di disabilità e non autosufficienza istituendo un apposito Fondo regionale per la non autosufficienza

Il Fondo ha la finalità di sostenere le persone non autosufficienti e chi vive accanto a loro e se ne prende cura ed è destinato, in coerenza con quanto previsto dalla legge regionale n. 23 del 2005, a finanziare un programma di welfare locale e regionale e alla concreta realizzazione di un sistema integrato di servizi e interventi a favore delle persone non autosufficienti e dei nuclei di appartenenza.

In questa sezione del portale sono raccolti  gli interventi previsti, che si fondano su alcuni principi ispiratori di carattere generale:

– la personalizzazione della misura, assicurando flessibilità nell’erogazione degli interventi e progettazione in relazione alle specifiche esigenze della persona;

– la graduazione degli interventi in relazione al livello di non autosufficienza della persona;

– la multidimensionalità della valutazione, intesa come procedura dinamica e continua che segue il soggetto non autosufficiente nel suo percorso nella rete dei servizi sanitari e sociali e ne rappresenta nel tempo l’evoluzione in termini funzionali, nelle condizioni economiche e in termini di rete sociale di supporto;

– l’unicità dei punti di accesso e la promozione di percorsi assistenziali e di cura integrati capaci di comprendere interventi sociali e interventi sanitari;

– la coprogettazione, attraverso il coinvolgimento delle famiglie e delle persone beneficiarie nella definizione degli interventi e nella scelta degli operatori;

– la diversificazione delle tipologie e delle modalità d’intervento.

La regione promuove progetti e servizi necessari allo sviluppo di modalità di vita indipendente e di soluzioni abitative autonome, attraverso un sistema diffuso e articolato di servizi e interventi per l’accompagnamento e l’uscita dal nucleo familiare di origine.

Contenuti correlati

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona ‘Istituto dei Ciechi della Sardegna di Maurizio Falqui’ (L.R. n. 23/2005, art. 44)

L’Azienda è una ex IPAB e rappresenta il punto di riferimento regionale per le attività a sostegno delle persone non vedenti e ipovedenti e di supporto alle loro famiglie.

Disabilità gravissime

E’ una linea d’intervento che ha come beneficiari persone non autosufficienti con disabilità gravissime finalizzata a favorire la loro permanenza a domicilio.

Ritornare a casa

È una linea d’intervento che ha come beneficiari persone non autosufficienti con disabilità gravi e certificate finalizzata a favorire la loro permanenza a domicilio.

Finanziamenti dei piani personalizzati per interventi socio-assistenziali – L. 162 del 21.05.1998

Finanziamenti per piani personalizzati a favore delle persone con grave disabilità – Legge 162/98.

Amministrazione di sostegno – Amministratore di sostegno – AdS (LR N. 24/2018)

L’Amministrazione di Sostegno è un istituto introdotto nel nostro ordinamento dalla L 6/2004 che affianca gli istituti dell’interdizione e dell’inabilitazione e mira a conservare, per quanto possibile, la capacità di agire del beneficiario. L’Amminitratore di Sostegno (AdS) è colui che assume responsabilità tutoriali.

Vita indipendente

Progetti di vita indipendente e inclusione nella società delle persone con disabilità.

Dopo di noi – Legge n. 112/2016

Il programma attuativo regionale “Dopo di noi” è destinato a promuovere su tutto il territorio regionale la realizzazione di progetti e servizi necessari allo sviluppo di modalità di vita indipendente e di soluzioni abitative autonome.

Includis

Progetti di inclusione socio-lavorativa di persone con disabilità – Asse Inclusione sociale PO FSE 2014-2020 – OT 9 – Priorità I – Obiettivo specifico 9.2. Azione 9.2.1.

Leggi Regionali di Settore

Leggi Regionali del settore socio-assistenziale.